Igiene dentale news

Il diastema: storia, leggende e curiosità

Per definizione, viene identificato con il termine “diastema” lo spazio tra due denti, molto spesso tra gli incisivi superiori.

Da sempre associato alle donne più belle del mondo e, per molte culture, sinonimo di grandissimo fascino, il diastema vanta una storia che risale fino all’Antico Egitto; a quel tempo, infatti, le donne si procuravano dei profondi solchi tra i denti perché spesso utilizzavano la bocca per separare i fogli di papiro, mordendoli.

Principali cause

Molti dei personaggi famosi che tutti conosciamo e ammiriamo hanno il diastema.

Questa particolare caratteristica fisica, i dents du bonheur (denti della fortuna), può essere dovuta sia dall’ampiezza dell’arcata dentale che dalla grandezza dei denti stessi, così come si può semplicemente trattare di una questione di ereditarietà.

I casi più frequenti che causano il diastema sono:

  • Una mascella troppo grandee di conseguenza uno spazio troppo grande per i denti;
  • Denti troppo piccolirispetto alla dimensione della mascella che lasciano spazio vuoto tra di loro;
  • La scarsa crescita degli incisivi laterali che impediscono il contatto tra i denti vicini;
  • La spinta della lingua verso gli incisivi superiori e/o inferiori.

Soluzioni

Tra le soluzioni più diffuse troviamo l’Ortodonzia Invisibile, ovvero l’utilizzo quotidiano di un apparecchio invisibile poco invasivo, adatto sia agli adulti che ai bambini.

L’utilizzo della mascherina invisibile Invisalign ha lo scopo di riavvicinare i denti e di ridurre lo spazio presente tra di loro con tempi ridotti.

Scopri di più sulla mascherina Invisalign leggendo questo articolo.

Curiosità

Tuttavia, soprattutto nel Medioevo, questa caratteristica fisica veniva associata a donne talmente belle da essere considerate figlie del demonio, delle streghe sostanzialmente. Lo stesso Geoffrey Chaucer, nelle Canterbury Tales, decise di rappresentare il peccato del tradimento attraverso l’ammaliante figura di una donna con il diastema: “la moglie di Bath con la fessura tra i denti”, il suo diastema è, oggi, divenuto simbolo di bellezza e lussuria.

Andando ancora più indietro nel tempo invece, nell’Antica Grecia, si credeva che questo particolare tratto fosse indice di inaffidabilità e, quindi, si tendeva a diffidare delle persone che presentavano una o più fessure tra i denti.

Un motivo di vanto: questa era l’opinione generale in territorio europeo; in Africa, invece, il diastema è da  sempre stato considerato come un sinonimo di bellezza, di saggezza e fortuna.

QUANDO IL DIFETTO DIVENTA…POP!
Georgia May Jagger, figlia del celebre cantante dei Rolling Stones, deve il suo successo anche al diastema.

Anche per la cultura pop, lo spazio tra gli incisivi superiori è sempre stato considerato come un tratto desiderabile, nonostante la percezione comune lo classifichi come un difetto estetico che può essere facilmente curato.  Forse è stata proprio la cultura pop stessa a farci “accettare” questa caratteristica fisica e, in generale, a non percepirla più come un difetto o un tratto del quale vergognarsi bensì come un motivo di vanto.

MODELLE,  BACHELORETTE MA NON SOLO…
Modelle con il diastema come Brigitte Bardot e Lauren Hutton hanno dominato le riviste negli anni ’50 e ’60, e star come Madonna, Anna Paquin e Georgia May Jagger hanno portato questo particolare tratto distintivo nel nuovo millennio.  Anche il franchise di The Bachelor, una serie decisamente non nota per i suoi standard di bellezza progressisti, per una stagione ha scelto come sua protagonista la “bachelorette” Rachel Lindsay, una ragazza con il diastema.

DIASTEMA GIRLS DO IT BETTER
Les Blank, con il suo documentario “Gap-Toothed Woman”, uscito nel 1987, ha sviluppato uno studio sulle donne con il diastema appartenenti a tutti i ceti sociali; all’interno di questo documentario intervista donne famose come Lauren Hutton e la giudice della Corte Suprema degli Stati Uniti Sandra Day O’Connor. Dà lo stesso tempo di trasmissione anche alle donne “normali”, non riconosciute come personaggi pubblici,  dando loro modo di esplicitare le rimostranze della propria infanzia riguardo la percezione di quello che, di fatto, è un difetto fisico.

Lauren Hutton, una delle donne considerate come le più belle al mondo. Ha reso il suo diastema uno dei suoi tratti distintivi.

Alla fine, anche quest’ultime ci tengono a sottolineare come il loro diastema sia sempre stato capace di fornirgli una marcia in più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *